Recupero rifiuti

IMPIANTO DI RECUPERO RIFIUTI INERTI NON PERICOLOSI

Ogni anno in Italia vengono prodotti circa 50 milioni di tonnellate di rifiuti inerti da costruzione e demolizione (circa il doppio in peso dei rifiuti solidi urbani).

 

Il recepimento della Direttiva 2008/98/CE del 19/11/2008 impone il raggiungimento, entro il 2020, di una percentuale di recupero, in termini di peso, pari al 70% dei rifiuti prodotti (attualmente al 15%). Raggiungere questo obiettivo permetterà agli stati membri, e sopratutto all’Italia, di incrementare notevolmente la produzione di aggregati riciclati da destinare al riutilizzo.

 

La nostra azienda dal 1998 è autorizzata al trattamento ed al recupero dei rifiuti inerti di materiali derivanti da scavi e demolizioni, che una volta trattati, possono essere impiegati per:

 

·                Riempimento di scavi per la posa di condutture

·                Realizzazione di sottofondi

·                Realizzazione di massicciate stradali

·                Consolidamento di terreni

 

Il nostro impianto ha una potenzialità di  100 mc / ora ed è dotato dei più moderni sistemi di nebulizzazione che consentono l’abbattimento delle polveri derivanti dalla frantumazione di materiale di natura lapidea.

 

 

Tipologie prodotte e commercializzate:

 

Stabilizzato misto riciclato da 0 a 63 mm ø

Stabilizzato misto riciclato fine da 0 a 20 mm ø
 

Stabilizzato ottenuto da calcestruzzo frantumato da 0 a 63 mm ø

Stabilizzato ottenuto da calcestruzzo frantumato fine da 0 a 20 mm ø 

 

 

  

 

 

Rifiuti inerti che possono essere conferiti presso il nostro insediamento:

 

CEMENTO

(Pali, travetti precompressi o tralicciati, lastre e manufatti in cemento armato normale e precompresso, senza ferri sporgenti. Dimensioni massime 50 x 50 cm) – Non mischiati a terra o materiali argillosi di alcun genere

Codice CER 170101

Descrizione: Cemento

MATTONI

(Pezzi di mattoni) Non mischiati a terra o materiali argillosi di alcun genere

Codice CER 170102

Descrizione: Mattoni

MATTONELLE E CERAMICHE

(Pezzi di mattonelle e ceramiche) - Non mischiati a terra o materiali argillosi di alcun genere

Codice CER 170103

Descrizione: Mattonelle e Ceramiche

Miscugli o scorie di cemento

(Pezzi di cemento, mattoni, mattonelle e ceramiche, autobloccanti) - Non mischiati a terra o materiali argillosi di alcun genere

Codice CER 170107

Descrizione: Miscugli o scorie di cemento, mattoni, mattonelle e ceramiche diverse da quelle di cui alla voce 170106

INERTE MISTO SELEZIONATO

(Inerte da demolizioni, cemento, piastrelle, mattoni, tegole) - Non mischiati a terra o materiali argillosi di alcun genere

Codice CER 170904

Descrizione: Rifiuti misti dell’attività di costruzione e demolizione, diversi da quelli di cui alle voci 170901, 170902,e 170903

CARTONGESSO E MANUFATTI IN GESSO

(pannelli, manufatti non provenienti da produzioni industriali. Dimensioni massime 50 x 50 cm)

Non mischiati a terra o materiali argillosi di alcun genere)

Codice CER 170802

Descrizione: Materiali da costruzione a base di gesso, diversi da quelli di cui alla voce 170801

RIFIUTI DELLA PRODUZIONE DI MATERIALI A BASE DI CEMENTO

(Pali, travetti precompressi o tralicciati, lastre e manufatti in cemento armato normale e precompresso, senza ferri sporgenti. Dimensioni massime 50 x 50 cm) - Non mischiati a terra o materiali argillosi di alcun genere

Codice CER 101311

Descrizione: Rifiuti della produzione di materiali composti a base di cemento, diversi da quelli di cui alle voci 101309 e 101310

TERRA

Terre e rocce da scavo prive di rifiuti inerti di qualsiasi genere, prive di asfalto, non provenienti da siti inquinati e/o in bonifica - bonificati, non provenienti da siti industriali, accompagnate da analisi attestanti la NON PERICOLOSITA' del rifiuto (Analisi sul tal quale + amianto)

Codice CER 170504

Descrizione: Terra e rocce, diverse da quelle di cui alla voce 17 05 03170503 

ASFALTO

Fresato di asfalto

Codice CER 170302

Descrizione: Miscele bituminose, diverse da quelle di cui alla voce 170301

Questo materiale viene ricevuto unicamente in alcuni casi particolari concordati preventivamente

 

POSSONO CONFERIRE:

Aziende, ditte e artigiani (no privati).

Tutti i conferimenti devono essere accompagnati dal “FORMULARIO DI IDENTIFICAZIONE DEI RIFIUTI” debitamente e correttamente compilato in ogni sua parte.

E’ obbligatorio indicare “L’AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO DEI RIFIUTI” (D.Lgs 152 del 03/04/2007 s.m.i.)

 

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (AUA) nr. 15 del 19/07/2016  

CERTIFICAZIONE DEI MATERIALI


 

Le materie prime secondarie per l'edilizia sono conformi all'allegato C1, C2 e C4 della Circolare del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio 15 luglio 2005, n. UL/2005/5205, come indicato al punto 7.1.4 del Decreto Ministeriale 186/06.
Sono Certificate CE con Sistema 4, dal 2011 ai sensi della seguente normativa:

 

UNI EN 13242:2002+A1:2007
Aggregati per materiali non legati e legati idrulicamente da utilizzare per opere di ingegneria civile e costruzione strade


 

Il marchio CE ha la funzione di garantire il consumatore, che i prodotti da costruzione marcati soddisfino i requisiti essenziali in tema di sicurezza ed abbiano superato le prove previste dalle specifiche tecniche, ed  è obbligatorio non solo per chi esporta il proprio prodotto nei Paesi della Comunità Europea, ma anche per chi lo commercializza solo all'interno della propria Nazione.